California Bakery ora è ufficialmente fallito

california bakery fallimento fallito

Lo riporta (solo) Il Giorno, in un articolo del 7 giugno a firma di Andrea Gianni. California Bakery, o meglio la C.B. Italy Srl, la società che controlla la catena di pasticcerie americane, è ufficialmente fallito. Già a gennaio scrivevo su queste pagine che il faldone della società era al vaglio del tribunale fallimentare, al quale era stata presentata richiesta di ammissione al concordato preventivo. Una procedura con il quale il fondatore Marco D’Arrigo aveva provato a scongiurare il fallimento della sua creatura. Purtroppo, a quanto si apprende, non andata a buon fine.

Sulla crisi di California Bakery sono stati versati fiumi d’inchiostro, spesso non proprio lusinghiero. Prezzi alti, qualità al ribasso, format esausto. Eppure, scavando nelle mie memorie, ancora ricordo la mia prima volta in un loro ristorante, quello in Viale Premuda. Per giunta una delle mie prime volte a Milano, e sarà stata questa sinergia o l’ombra della vecchia provincia ma mi sembrava di esser seduto a New York. Ero entusiasta di queste torte multistrato, del sandwich al pastrami di cui non sapevo assolutamente nulla, del brunch (cos’era il brunch dieci anni fa?). Era un luogo in cui telefonavi per prenotare un tavolo vista mondo, vista futuro. Mi mancherà.