Gattò di patate, ma un po’ come vi pare

gattò patate ricetta

Difficoltà:

TEMPO:

90'

Dose:

Ingredienti

  • 1 kg

    di patate
  • 2

    uova
  • 80 gr

    pecorino
  • 200 gr

    provola
  • 100 gr

    guanciale
  • Qb

    pan grattato (tipo panko)
  • Qb

    aglio secco, noce moscata, sale, pepe
  • Qb

    panna fresca

Che senso ha una ricetta, oggi? Se ti manca il burro, non puoi né devi andarlo a comprare. Se in un piatto in effetti servirebbe proprio del parmigiano, ma hai solo il pecorino, buttalo dentro. Il pesce arriva a mozzichi e bocconi, lo scaffale delle farine non dà grandi soddisfazioni. Le ricette tornano quindi ad essere quello che forse sono sempre state: ispirazione, suggerimento, metodo di massima e non bibbie monolitiche da prendere alla lettera pena l’apostasia. Il gattò di patate un po’ è il simbolo di questa natura. Arriva a Napoli che si chiama Gâteau, lo portano i monsù francesi, ma poi non è che possono metterci formaggi e salumi di casa. Usano quello che trovano sotto il Vesuvio, e così diventa un monumento della cucina partenopea. Se oggi lo voglio fare in casa, faccio lo stesso. Ho della provola silana dolce, ce la metto al posto di quella campana affumicata. Non ho mozzarella? Fa niente. C’è solo il guanciale a disposizione? Sarà ottimo e croccante, ripassato due minuti in padella. In generale, dovrebbe essere così un po’ con tutto. Ripartiamo dal gattò.

 

gattò di patate ricetta gâteau

 

Procedimento

 

-Lessate le patate con la buccia: quando saranno tenere, schiacciandole con lo schiaccia patate la buccia resterà all’interno dell’utensile, risparmiandovi un sacco di tempo. Schiacciatele tutte.

-Intanto che intiepidiscono, sbattete due uova con la frusta finchè fanno un po’ di schiuma. Unite il pecorino grattugiato, il sale, abbondante pepe, noce moscata e aglio secco, se volete. Lo amo e credo lo amerete anche voi. Amalgamate bene.

-Fate soffriggere il guanciale a cubetti, partendo dalla padella fredda, finchè sarà dorato e croccante. Tenete da parte il grasso.

-Nelle patate ormai tiepide versate il composto di uova, la provola a dadini e, alla fine, il guanciale. Amalgamate bene, magari aiutandovi con un po’ di panna fresca.

-Ungete una pirofila alta con un po’ del grasso rilasciato dal guanciale, aiutandovi magari con un pennello. Versate del pan grattato per ricoprire omogeneamente il fondo e i lati della pirofila: sarà la crosta del vostro gattò. Versate il composto di patate ecc nella pirofila, livellatelo bene con una spatola e ricopritelo di alto pan grattato, sale e irroratelo con il rimanente grasso del guanciale.

-Infornate a 180/200 per una quarantina di minuti. Lasciate riposare 5 e poi capovolgetelo. Mangiatelo finché è caldo!