Waffle salati con scarto di lievito (madre)

waffle salati scarto lievito madre

Difficoltà:

TEMPO:

15'

Dose:

VEGETARIAN OK

Ingredienti

  • 240 gr

    scarto di lievito non rinfrescato
  • 220 gr

    yogurt intero
  • 2 cucchiai

    acqua
  • 120 gr

    farina 00
  • 1 cucchiaio

    zucchero di canna
  • 60 ml

    olio o burro fuso
  • 1

    uovo
  • 1 cucchiaino

    sale
  • 1/2 cucchiaino

    bicarbonato

Lo scarto del lievito madre è la nuova tartare di Mr. Bean. Non so se ricordate quella famosa gag vintage del comico inglese, ma sostanzialmente lui andava a un ristorante francese e, fingendosi un connaisseur, ordinava una cosa a caso dal menù. Vedendosi recapitare una tartara di carne, quindi cruda, dopo un disastroso assaggio non sa come farla sparire senza deludere lo zelante cameriere e quindi comincia a nascondersela in tasca, nella fioriera, sotto i piatti. Ma la trita sembra non finire mai.

Lo scarto del lievito madre è l’ospite indesiderato del nuovo amore per la panificazione da quarantena. Se ne produce a tonnellate, soprattutto perché non si pensa a quanto lievito effettivamente serva (io ne tengo solo 60 gr in frigo) e alla fine, ad ogni rinfresco c’è uno scarto importante che, molti, buttano ingloriosamente nel cestino.

Non fatelo, vi prego. Quella roba è buona, è viva, e se se può stare in frigo senza lamentarsi. Mettetela in un contenitore ermetico ogni volta che ne producete un po’. E poi, un sabato sera, tiratela fuori per acchittare il miglior brunch domenicale che possiate immaginare. Perché con lo scarto del lievito si possono fare tante cose, ma nessuna sarà migliore dei waffle più fragranti, soffici ma al contempo croccanti che possano esistere. Ve lo dico con onestà dopo aver provato la ricetta di Sam Sifton, storico direttore della sezione ricette del New York Times, adattata alla dispensa italiana, quindi con yogurt e un po’ d’acqua al posto dell’introvabile latticello. E se non avete la piastra dei waffle, verranno benissimo anche come pancake!

Non sono dei waffle dolci, ma non sono neanche proprio salati, quindi spazio al bacon e all’uovo, ma anche allo sciroppo d’acero e nocciole.

 

waffle scarto lievito madre ricetta

 

Procedimento:

 

La sera, mescolate assieme i primi cinque ingredienti  e lasciate riposare il composto a temperatura ambiente per tutta la notte.

La mattina, con una frusta, unite gli ultimi quattro ingredienti alla pastella della sera precedente. A questo punto avete due alternative: mettete il composto in uno stampo per waffle e fatene dei waffle, oppure mettete il composto in padella e fatene pancake. In ogni caso, copriteli poi di quello che volete. Dal momento che sono squisitamente neutri, staranno bene sia con la porchetta che con la marmellata. Non insieme, a meno che non siate dei coraggiosi esploratori del gusto.

 

Non avete lievito naturale? Non importa. Provate i miei fantastici waffle (o pancake) integrali con il lievito normale!